Cosa visitare in Umbria, il Cuore Verde d’Italia

L'Umbria è la regione del Lago Trasimeno, il più esteso lago del centro Italia, e quarto in Italia, subito dopo il Lago di Como. Luogo dai paesaggi totalmente incontaminati, immersi nel verde, con antichi borghi medievali e innumerevoli città d'arte che fanno dell’Umbria una delle regioni più interessanti di tutta l'Italia. Vi menzioneremo una serie di posti da vedere e cosa visitare in Umbria.

Nel territorio sono presenti i resti archeologici di insediamenti etruschi, in particolare nell'area di Castiglione del Lago, località che fonde l'incredibile paesaggio naturale con la bellezza del lago. Senza considerare le Cascate delle Marmore, nella zona di Terni, considerate senza dubbio tra le più belle di tutta l'Europa.

Interamente attraversata dall'Appennino Umbro Marchigiano, è l'unica regione dell'Italia peninsulare a non essere non bagnata dalle acque del mare. Con molti stupendi posti, diversi tra di loro, come il Parco del Sole, uno dei più grandi parchi in Europa con più 300 specie di animali, molte delle quali in pericolo di estinzione, che vivono nella natura più incontaminata.

Si tratta indubbiamente di un'ottima destinazione turistica in ogni periodo dell'anno, ma vi consigliamo di prenderla in considerazione per quest'estate. In questo articolo ti proponiamo cosa visitare in Umbria, il Cuore Verde d'Italia.

Cascata delle Marmore

Cascata delle Marmore - by crilaman, via pixabay.com

Una tappa per gli amanti della natura - almeno una volta che si è in Umbria -, è quella delle Cascate delle Marmore.

Una passeggiata o un'escursione nella natura non è sicuramente da tutti.
Tante persone rimangono affascinate da queste cascate essendo immerse nel verde.
I percorsi per arrivarci sono ben delineati, ombreggiati e accessibili a tutti. Diversi sentieri percorrono il parco per averne una visione completa. Ci sono diverse passeggiate e viene raccomandato a tutti di fare almeno una parte del cammino per ammirare tale bellezza al meglio.

Le acque della cascata non sono sempre aperte al massimo poiché, essendo utilizzate per la produzione di energia idroelettrica, solamente una parte dell'acqua che troviamo dal fiume Velino viene potata alle cascate.
Vengono segnalate le aperture delle paratoie di regolazione tramite delle sirene, messe come allarme.
Si consiglia un abbigliamento impermeabile per non tornare a casa umidi.

È possibile fare rafting sul fiume tramite l'organizzatore di escursioni che potrete trovare in biglietteria. È presente anche una guida che vi racconterà la storia delle cascate e vi intratterrà con curiosità sul posto.

Nelle ore notturne, la cascata viene illuminata garantendone una visuale anche nelle ore più buie.

Per ogni informazione e per gli orari di visita e apertura è consigliato di visitare il loro sito web, tramite il quale è anche possibile prenotare i biglietti saltando così la coda all'ingresso del parco. Se non sapete cosa visitare in Umbria, questo è sicuramente un posto da non perdere.

Duomo di Orvieto

Duomo di Orvieto

Nella città di Orvieto, un misto tra stile gotico e stile barocco, situato sulla cima di una montagna, nasconde il bellissimo Duomo di Orvieto, immancabile in una guida su cosa visitare in Umbria.
Il Duomo presenta al suo interno dei bellissimi affreschi originali ancora presenti di Luca Signorelli sulla fine del mondo, il giudizio universale e molti altri...
È presente una facciata con la rappresentazione del Libro della Genesi, l'Albero di Jesse...

La sensazione dei turisti che la visitano è un misto tra impressione, inquietudine e fascino.
I turisti passano in media molto più tempo ad osservare tutti i dettagli attentamente sia internamente che esternamente alla struttura rimanendo senza fiato.

Una piccola sorpresa è sul retro della chiesa a destra, c'è una piccola cappella chiamata Cappella di San Brizio, con il soffitto pieno di affreschi che raffigurano parti della storia biblica.
Nonostante i turisti, nella piazza del Duomo di Orvieto è presente una calma e una quiete che ti permette di sederti su alcuni scalini e ammirare il Duomo nella sua maestosità.

Nei dintorni sono allocati dei ristoranti molto buoni, dove si mangia bene con prodotti locali quali tartufi e olio d'oliva.

Basilica di San Francesco d'Assisi

Basilica di San Francesco d'Assisi - by koskinenharris, via pixabay.com

La chiesa di San Francesco d'Assisi è ricca di storia.
Distrutta da un terremoto di qualche anno fa e successivamente restaurata, questa chiesa risale agli anni 1200.
È suddivisa in due piani e al suo interno sono raffigurati meravigliosi affreschi e alcuni dipinti di pittori fiorentini quali Giotto e Cimabue.

Qui si è reso omaggio, seppellendolo, San Francesco nato e morto ad Assisi. La tomba di San Francesco si trova nella cripta inferiore sotto la chiesa.
Nel percorso della chiesa, uscendo dalla tomba di San Francesco, prestando molta attenzione ai muri di fianco alle scalinate, si potranno notare i resti della sorella Jacopa.
Jacopa de' Settesoli, conosciuta anche come frate Jacopa, ha assistito alla morte del fratello rimanendogli accanto fino all'ultimo. Nessuna donna poteva avvicinarsi a lui, ma in quanto sorella, San Francesco chiese di far entrare "fratello Jacopa" e così gli consentirono di vedere per un'ultima volta la sorella.

Essendo un punto alto della città, la Basilica di San Francesco d'Assisi rende accessibile ai turisti una vista dall'alto del paesaggio. Un bellissimo panorama è quello notturno dove le luci della città rendono tutto magico. Ottimo posto per passare una serata rilassante.

Il cortile che circonda la basilica viene abbellito e curato in base alle stagioni, in inverno è possibile anche trovare un grande albero di Natale illuminato a dovere.
Nella cappella che dà sul cortile, vengono celebrate nei giorni festivi messe in lingua inglese essendo appunto una meta di molti turisti.

Chiesa di Santa Maria della Consolazione

Chiesa di Santa Maria della Consolazione - by Carlo grifone, via wikimedia.org

Nella città collinare di Todi, nasce un gioiello spesso trascurato: il Tempio di Santa Maria della Consolazione.
Opera di Donato Bramante, la Santa Maria della Consolazione risale al 1508, anno di inizio dei lavori di costruzione. Questo tempio possiede una forma a croce greca, dalla grande struttura in pietra bianca.
Il riflesso che possiede nelle prime ore del giorno e nelle ore del tramonto, rende l'ambiente sbalorditivo.

Una volta arrivati nel Tempio di Santa Maria della Consolazione, prendetevi tutto il tempo necessario per ammirare al meglio questa bellezza italiana.

Gli amanti di architettura rimangono sempre stupiti dalle proporzioni talmente perfette che si ritiene non sia necessario cambiare nemmeno una virgola di quello che già Bramante ha costruito.
All'interno sono esposte grandi collezioni di statue e dipinti. Sono esposte le statue degli apostoli con la ricostruzione dei loro pollici in grandezza poco più grande del naturale. L'altare del tempio risulta essere semplice e presenta un mosaico sopra di esso.

I scenari migliori sono quelli panoramici dove dalla cupola sarà possibile assistervi avendo un panorama che dà sui giardini come potete osservare da queste riprese con il drone.

Pozzo di San Patrizio

Pozzo di San Patrizio - by Antichitera, via wikipedia.org

Il pozzo di San Patrizio, ad Orvieto, è una struttura costruita nel 1527 per volere del Papa Clemente VII, al fine di potersi proteggere dagli attacchi.
I lavori del pozzo, progettato per fornire acqua in caso di assedio o calamità, terminarono però con un altro papa.
L'accesso al pozzo è garantito dalla singolare trovata architettonica della doppia rampa elicoidale, che permette di non ostacolarsi nei due sensi di marcia della salita e discesa lungo i 248 gradini.

Sono presenti 72 finestroni che lasciano penetrare la luce, e la struttura è scavata interamente a mano ed ha un diametro di 13 metri.

Si accede dall'alto scendendo via via, tramite la scalinata presente, arrivando fino alla profondità massima di 53 metri. La risalita avviene tramite ascensori e/o scale mobili.

La città di Orvieto, rende omaggio a questo pozzo installando in tutta la città molti cartelloni pubblicitari che raffigurano questa struttura turistica oltre che la città stessa.

La città si presenta su una scogliera ed è anche per questo che la vista sul paesaggio è molto bella e rilassante: la veduta porge su un piccolo parco che si affaccia sulla valle sottostante.

L'Umbria, la regione verde, il Cuore Verde d'Italia

Abbiamo visto cosa visitare in Umbria, ma vi lasciamo con questo video di chiusura, in cui potrete vedere alcuni posti stupendi, come la Piazza Duomo con il Festival dei Due Mondi:

Pensiamo ti possa interessare anche l'articolo: Le spiagge più belle della Sardegna