Toscana: tutte le isole da vedere e visitare questa estate

La Toscana, con capoluogo Firenze, è la regione italiana con un alto concentramento d’arte e di storia.
Presenta paesaggi mozzafiato e pittoreschi con campagne e colline che rendono l’immagine della regione ideale per vacanze all’aria aperta.
In questa guida, vi proporremmo i posti più belli da visitare in Toscana e cosa vedere dell’arcipelago toscano.

Il Parco marino più grande d’Europa

Per i più amanti del paesaggio marino, la Toscana presenta luoghi perfetti per le vacanze al mare.
L’Isola d’Elba,  l’Isola del Giglio, l’Isola di Capraia, l’Isola di Montecristo, l’Isola di Giannutri, l’Isola di Gorgona, l’Isola di Pianosa ed alcune isole più piccole, posizionate tra la Toscana e la Corsica rappresentano dal 1996 il Parco marino più grande d’Europa.

Scopriamo insieme le isole che la compongono:

Isola d’Elba

Isola d'Elba Toscana
by DanieleFiaschi, via pixabay.com

L’Isola d’Elba è la più grande isola dell’arcipelago toscano. Viene considerata l’Isola delle Meraviglie.

Per gli amanti delle immersioni marine, in quest’area, è possibile osservare il Relitto di Pomonte (affondato il 10 gennaio 1972) che giace in un fondo sabbioso, visibile anche senza attrezzature subacquee professionali, in quanto questo relitto si può trovare a soli 10 metri di profondità.

Un’altra esperienza di immersione per gli amanti di questi paesaggi marini, è quella delle Formiche della Zanca, questa muraglia di gorgonie rosse, tra le loro bellezze nascondono aragoste, scorfani rossi, dentici in caccia e l’aquila di mare.

Tra le gorgonie delle immersioni subacquee precedenti, passando però a quelle bianche e gialle, possiamo assistere ai Picchi di Pablo spugne gialle abitate da gamberi di ogni tipo.

Punta della Madonna, per un massimo di 35 metri di profondità. Così chiamata perché da lì i pescatori scorgevano sulla montagna di fronte al Santuario della Madonna del Monte. Si trovano gorgonie, murene, saraghi e se si è fortunati qualche grossa cernia.

Isola del Giglio

Isola del Giglio Toscana
by Couleur, via pixabay.com

Sull’Isola del Giglio vivrete un’esperienza indimenticabile, molto rilassante, dai paesaggi poco affollati.
Si consiglia, essendo un’isola piccola, di prenotare i soggiorni in largo anticipo.

Il mare è dotato di svariate sfumature di colori, dal colore celeste chiaro al verde chiaro-scuro, fino al blu più profondo godendo di grande bellezza.
Sull’isola potrete trovare i tre borghi più importanti: Giglio Porto, Castello e Campese che sono molto diversi l’uno dall’altro, ma ugualmente stupendi. Il più interessante e il più grande è sicuramente Giglio Castello ricco di storia e di vicoli bei vicoli a differenza del Campese che è bello per la spiaggia rossa e i tramonti, mentre il Giglio Porto è un paese di pescatori col suo importante centro storico.
Lo scenario è arricchito dai fichi d’India che contribuiscono a rendere il panorama variegato di colori.

Sull’isola vengono organizzati attrazioni e spettacoli quasi tutte le sere.
Gli isolani sono molto cordiali e gentili, vengono gestiti anche dei piccoli negozi vicino al porto. Sono presenti negozi di ogni tipo e ottimi bar e ristoranti in cui poter assaporare dell’ottima cucina locale (è quasi d’obbligo assaggiare il pesce fresco e appena pescato in un posto simile).
Un giro imperdibile è quello in barca attorno all’Isola del Giglio. Anche le passeggiate per le vie strette di Giglio Castello saranno esperienze indimenticabili, potrete godere degli splendidi panorami verso la Corsica. Ottimali sono gli spostamenti a piedi oppure in scooter.

Per gli amanti del mare, una gita da non perdere è la visita alle scogliere e alle sue baie, dove potete praticare sia lo snorkeling che le immersioni subacquee.
Da scoprire, perché un po’ nascoste, se si ha voglia di camminare tramite un sentiero molto suggestivo, si scoprono delle calette a dir poco fantastiche in cui potrete godere di un magnifico mare e tanta quiete. Alcune si potranno raggiungere tramite gommone o barca, pagando relativamente poco per ciò che si potrà godere.
Un’isola all’insegna del relax e della tranquillità lontano dal centro cittadino.

Isola di Capraia

Isola di Capraia Toscana
by Luca Aless, via wikipedia.org

L’Isola di Capraia è formata da diverse cale, che sarebbero delle insenature marine molto aperte e poco estese. Interamente bagnata da uno stupendo mare turchese, cristallino e trasparente e dai fondali rocciosi o digradanti di sabbia chiara. A seconda dei venti e delle mareggiate, cambia notevolmente di aspetto, mostrandosi tutta di ciottoli oppure di sabbia, con il vento del Nord-Est (Grecale) che la porta via e il vento del Sud-Ovest (Libeccio) che invece la fa ritornare.

La Spiaggia Cala della Mortola è a Nord-Est dell’isola ed il suo nome significa “cala del mirto“.
La peculierà di questa cala è il contrasto delle rocce chiare del promontorio dello Zenobito e quelle della rossa parete a picco. Raggiungibile in barca, fa da testimone ad un antico vulcano esploso, che ha lasciato degli accumuli di lava sulle scogliere che hanno determinato i colori caratteristi che variano tra il rosso e il nero.

La Spiaggia Cala Rossa, situata a Sud dell’isola, è una spettacolare e suggestiva cala, anch’essa raggiungibile soltanto dal mare, è un posto incontaminato e preservato, formato da grossi ciottoli tondi. Il litorale è circondato da scogliere rocciose ricoperte di verde vegetazione, che rendono il contesto ancora più affascinante.

Una meraviglia sia che si visiti da soli, sia con tour organizzati, ideale per nuotare e fare il bagno, in cui sono presenti dei siti per fare immersioni o snorkeling.

Isola di Pianosa

Isola di Pianosa Toscana
by Matteo Vinattieri, via wikipedia.org

Sull’Isola di Pianosa è possibile effettuare snorkeling nella baia dei Turchi con una guida, vengono anche organizzate visite guidate a cavallo e con il carro, ottima esperienza per grandi e piccini!

Il numero di visitatori giornalieri dell’isola è limitato, permettendo così di non essere affollata e caotica e di mantenerla nella sua integrità e bellezza.

L’acqua cristallina del mare dell’Isola di Pianosa e la spiaggia dalla sabbia bianca, rendono il paesaggio speciale, dall’atmosfera misteriosa.
È possibile fare il bagno a Cala Giovanna, diversamente dalle altre cale dove purtroppo non è concesso.

Vengono organizzate delle gite in mini bus nelle vicinanze di Pianosa, oltre che visitare l’isola a piedi o in bici. Alcune agenzie offrono un pacchetto che comprende il viaggio in traghetto che parte dall’Elba ogni giorno e la visita sull’isola.
La prenotazione è bene effettuarla in anticipo in quanto essendo l’isola limitata al numero di visitatori; senza la visita guidata, invece, si potranno effettuare gite al mare, al piccolo paese dell’isola visibile appena sbarcati dal traghetto, alle catacombe e al museo con i ricordi dell’isola.

L’area ristoro dell’isola è gestita da un bar ristorante ed è presente anche un piccolo albergo dove soggiornare.

Pensiamo ti possa interessare anche l’articolo: Basilicata: i posti più belli da visitare assolutamente